Ancora nessun commento

Report day 7: “Verso Grand Canyon”

Sveglia alle 6:00 del mattino, felice ma stanca (chissà per quanto ancora resisteremo con questi ritmi)… certo un po’ dispiaciuta dal pensare che con oggi siamo già a metà della nostra Avventura. Ci mettiamo in macchina da Las Vegas per raggiungere il Parco nazionale del Grand Canyon; altre 4 ore di macchina ci aspettano prima di varcare il confine con l’Arizona.

GRAND CANYON NATIONAL VALLEY: Patrimonio dell’Umanità

Il Parco, che si estende per 4927 km², è stato istituito il 26 febbraio 1919 e ospita il famoso Grand Canyon: una gola del fiume Colorado considerata una delle meraviglie naturali del mondo. La direzione del parco è al Grand Canyon Village, che si trova a poca distanza dall’ingresso sud ed è anche al centro dei punti panoramici più popolari. Circa cinquanta chilometri del South Rim sono accessibili con una sola strada.

Reduci dalle scottature della Death Valley, una volta giunti a destinazione decidiamo di spalmarci di crema dalla testa e… niente, cielo coperto e persino una buona mezzoretta di pioggia! 😂 Non so se la cosa mi abbia fatto piacere o meno, onestamente. Adesso per lo meno abbiamo capito che ogni volta che ci spalmiamo di crema il tempo fa schifo.

Posteggiata la macchina iniziamo un giro a piedi fra rocce variopinte e vallate sconfinate; posti da togliere il fiato con colori indescrivibili… non mi stupisce che l’UNESCO lo abbia battezzato “Patrimonio dell’Umanità” e che la creazione del parco fu uno dei primi successi del movimento ambientalista statunitense.

Il Parco, davvero enorme e non del tutto accessibile in auto, si può girare solo grazie a questi pratici bus che percorrono strade turistiche ben studiate per poter godere al massimo di tutti i punti panoramici migliori.

 

Invia un commento

buzzoole code