Ancora nessun commento

Report day 6: “Welcome to Las Vegas”

Per la prima volta mi sono svegliata alle 9:00 ora locale (18:00 ora italiana!), è stato quasi commovente.

Colazione da Starbucks (penso di aver speso più lì in questi giorni che in qualsiasi altro posto) e via con il secondo tour. Il nostro “GruppoAvventura” si divide: Alessandra decide di passare la mattinata a rilassarsi alla piscina del Luxor, arrostendosi a puntino, mentre noi dal Tropicana partiamo per la seconda parte del tour degli Hotel. Ovviamente lo shopping non è mancato.

Gli alberghi che più mi sono piaciuti: il Bellagio, il Venetian (specie lo Shop stile veneziano con tanto di tour in gondola) e il Paris; il Caesar Palace… sfarzosissimo! Treasure Island… una figata!

Molti Hotel hanno delle ambientazioni esterne che li caratterizzano e che si “animano” offrendo spettacoli mozzafiato gratuiti ogni ora. Affascinante lo show della fontana d’acqua del Bellagio; incredibile il vulcano di Fuoco del Mirage. Questo spettacolo l’ho visto persino due volte, filmandolo da angolazioni differenti!

Unico rimpianto: non aver comprato in tempo il biglietto per lo spettacolo di David Copperfield. Anche se abbastanza costosi, gli show a Las Vegas sono sicuramente una delle cose da vedere almeno una volta nella vita.

L’unica pecca di LV, mi sento di dire, sono gli sbalzi termici incredibili che ci si ritrova costretti a subire per via del continuo entra ed esci dagli alberghi. Almeno 20 gradi di differenza fra l’interno degli edifici e dei negozi e il caldo infernale all’esterno! Raffreddore assicurato.

Invia un commento

buzzoole code